Federazione Cure Palliative realizza un sogno da 12 anni nel cassetto

Presenza Amica parte del Gruppo di Lavoro formato da 5 ETS afferenti a FCP che ha progettato il percorso formativo nazionali con due collaboratrici dell’Associazione.

Operativi sia in Hospice che al domicilio delle persone malate, i Volontari di Presenza Amica rappresentano da sempre la vera forza – l’anima – di una realtà inizialmente attiva sul solo territorio dell’ASST Rhodense e in seguito anche a Milano, ed ora pronta ad allargarsi a livello regionale.

La formazione dei Volontari è uno degli aspetti che sta maggiormente a cuore, sin dalla sua fondazione, alla nostra organizzazione. Presenza Amica ha realizzato XIII edizioni del suo iter formativo, fornendo competenze a circa 500 Volontari.

Collaborazione

Per questo l’Associazione ha voluto mettere a disposizione due risorse interne affinché co – progettassero il percorso di formazione per i Volontari in Cure Palliative del futuro, raggiungendo così l’intero territorio nazionale.

Il volontariato rappresenta infatti, per il Terzo Settore, e in particolare per le Cure Palliative e – quindi – per Presenza Amica, una forza propulsiva di fondamentale importanza, che deve cogliere la sfida e l’opportunità di traguardare il cambiamento. 

Un volontariato competente, responsabile, integrato, flessibile che sappia riconoscere e interpretare i bisogni della persona malata e della sua famiglia, ma anche quelli della comunità in cui opera.

Intesa

Il Gruppo di Lavoro impegnato nella redazione del Punto e Virgola numero 15 “Nuovi percorsi formativi del volontariato in Cure Palliative”, composto da membri del Consiglio Direttivo Nazionale FCP e da rappresentanti di Enti del Terzo Settore (ETS) ad essa aderenti, ha inteso sviluppare i contenuti dell’atto della Stato-Regioni del 9 luglio 2020 secondo l’esperienza professionale acquisita sul campo, diversificata proprio in base alla formazione individuale, al ruolo svolto nell’organizzazione di appartenenza, alla visione di ciascuno, differente ma complementare.

Ne deriva un documento articolato, scaturito da discussione e confronto, suggestioni e condivisione, pensato come un vero e proprio strumento operativo da affidare nelle mani dei legali rappresentanti, responsabili del percorso formativo, formatori, coordinatori dei Volontari, educatori e psicologi degli ETS che operano con i loro Volontari nelle Reti delle Cure Palliative e della Terapia del Dolore sia per gli adulti che per i minori.

Il Corso

Presentato il 31 maggio scorso in un Webinar popolato di partecipanti provenienti da tutte le regioni italiane, il Corso – dedicato a 30 aspiranti Volontari appartenenti a numerose organizzazioni provenienti da diverse parti del Paese – è stato inaugurato il 20 settembre 2022.

Il programma, ambizioso, si declina in 9 moduli e 6 laboratori interattivi per un totale di 30 ore a frequenza obbligatoria, valutazione finale, follow up a 2 mesi dal termine della formazione. La selezione preliminare resta, naturalmente, in mano alle organizzazioni che hanno candidato gli aspiranti Volontari.

Un modello certamente da replicare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Leggi altri articoli

Le Cure Palliative in Lombardia

Un convegno che rappresenta una proposta operativa rivolta alle Istituzioni regionali. Un documento congiunto che costituisce la base di un percorso di co-progettazione finalizzato alla piena realizzazione della legge 38/2010 e all’implementazione di Reti efficienti, integrate, rispondenti alle richieste dei cittadini.

Leggi tutto »

Vuoi essere dei nostri?!

Compila il modulo, ti contatteremo per scoprire insieme a chi puoi essere di aiuto.